Ricetta Caffè valdostano
Supporta Pianeta Ricette con una donazione di 3 euro.

06/09/09

Caffè valdostano


Caffè valdostano
Caffè valdostano

Il caffè valdostano o caffè alla valdostana è un modo tipico di bere il caffè nelle valli della Valle d’Aosta. Il caffè valdostano costituisce un rito collettivo in quanto tutti bevono da uno stesso boccale conosciuto con il nome di grolla o coppa dell’amicizia. La coppa dell’amicizia viene in genere ottenuta intagliando e scavando un grosso pezzo di legno in modo da ricavarne un recipiente cavo con numerose aperture. Esistono due diverse varianti per la preparazione del caffè valdostano.

Ingredienti per 4 persone – Prima variante

  • 1 tazzina di Genepy [1]
  • 4 tazzine di caffè
  • 4 tazzine di grappa bianca
  • 4 tazzine di punch all’arancia
  • 4 chiodi di garofano
  • 4 cucchiaini di zucchero
  • Buccia di arancia a piacere

Preparazione del caffè valdostano – Prima variante

  1. Nella grolla o coppa dell’amicizia versare il caffè espresso oppure preparato con la moka.
  2. Prendere dello zucchero e costellarvi le bocche della grolla.
  3. In un pentolino mescolare la grappa bianca, il punch all’arancia, il genepy, lo zucchero, i chiodi di garofano e la buccia di arancia.
  4. Scaldare fino a sciogliere del tutto lo zucchero quindi filtrare il tutto ed aggiungerlo al caffè nella grolla.
  5. Dare fuoco al liquido presente nella grolla facendo ben attenzione a non bruciarsi.
  6. Quando si ottiene una fiamma viva raccogliere con un cucchiaio il liquido e bagnare lo zucchero presente sulle bocche della grolla in modo da caramellarlo.
  7. Sempre con il cucchiaio raccogliere il caramello formatosi e metterlo all’interno della grolla.
  8. Degustare il caffè valdostano in compagnia passandosi la grolla l’un l’altro.

Ingredienti per 4 persone – Seconda variante

  • Scorza di limone
  • Scorza di arancia
  • 10 bicchierini di grappa
  • 18 cucchiaini di zucchero
  • Genepy oppure vino a piacere

Preparazione del caffè valdostano – Seconda variante

  1. Versare 9 bicchierini di grappa nella grolla, aggiungervi 15 cucchiaini di zucchero, le scorze di arancia e limone ed il genepy o il vino se graditi.
  2. Disporre altri 3 cucchiaini di zucchero sulle bocche e sui bordi della grolla.
  3. Preparare il caffè e versarlo ancora bollente nella grolla; mescolare fino al completo scioglimento dello zucchero.
  4. Con l’ultimo bicchierino di grappa bagnare lo zucchero messo sulle bocche e sui bordi della coppa e dargli fuoco. Si genererà una fiamma viva che trasformerà lo zucchero in caramello e ridurrà il tenore alcolico del caffè.
  5. Lasciare la fiamma viva per alcuni secondi quindi tappare la grolla con il suo coperchio in modo da spegnere la fiamma.
  6. Iniziare a gustare il caffè valdostano non appena spenta la fiamma.

Nota sul genepy

  1. Il genepy è un liquore tipico valdostano molto apprezzato per le sue forti qualità digestive e aromatiche.

La tradizione vuole che la grolla venga passata da una persona all’altra senza mai essere poggiata sul tavolo fino a quando il caffè non sia terminato. Si narra infatti che se tra una persona e l’altra la grolla viene poggiata sul tavolo, tra le due persone si rompe l’amicizia. Buon sorseggio!

Ricette di cucina più viste

Supporta Pianeta Ricette con una donazione di 3 euro.

Scrivi un Commento: